Safer Internet Day 2019 : al “Vanoni” ragazzi più consapevoli.

Vimercate, 05 Febbraio 2019

In occasione del sedicesimo “Safer Internet Day”, la giornata Mondiale dedicata alla sicurezza sul
web, si sono tenuti due incontri formativi con i ragazzi dell’Istituto Vanoni di Vimercate e dell’Ecfop di Velasca che hanno coinvolto più di 500 studenti.

La prima parte gestita dai ragazzi di 4 c del Vanoni e gli operatori del progetto Stop Deep Web che ha coinvolto le classi del triennio. I ragazzi di 4 C hanno svolto una serie di incontri di sensibilizzazione sul tema del Deep web e del navigare sicuri in rete, gestiti dagli operatori del progetto.Come output del laboratorio hanno elaborato un AudioGame, successivamente hanno fatto da peer ai compagni di scuola. Scambio di buone prassi , problematizzazione del tematica, ma anche possibilità e risorse della rete sono stati alcuni dei temi trattati.

La seconda parte gestita da Alice Giovacchini coordinatrice del progetto Stop Deep Web di cooperativa Aeris e Francesco Turri social media manager e formatore del Movimento Etico Digitle. All’interno dell’auditorium dell’Omnicomprensivo sono stati mostrati i prodotti audio e video
elaborati dai ragazzi del Vanoni e dell’Ecfop (reperibili sia sul sito www.stopdeepweb.org che sulla
pagina fb Stop Deep Web) concluso con un momento formativo rivolto ai 500 ragazzi presenti e ai
loro docenti.

La Cooperativa AERIS è in prima fila nella formazione agli studenti delle scuole secondarie con il progetto “Stop Deep Web” progetto della Presidenza del Consiglio dei Ministri,in partnership con Ats Mb ,anima mundi e Young Radio, l’istituto superiore di secondo grado E. Vanoni e l’Ecfop
hanno aderito al progetto creando dei prodotti audio e video di prevenzione e promozione all’uso
sicuro di internet.

Per il Movimento Etico Digitale è intervenuto Francesco Turri con un momento di formazione sull’uso più consapevole dei Social Media e delle informazioni che ogni giorno comunichiamo sul web: “ogni volta che mi trovo davanti ai ragazzi provo a far capire loro che la vita virtuale sul web o sui Social Media può avere degli impatti anche sulla vita reale” spiega Turri, Social Media Manager e Formatore.

“Il web non è solo fatto solo di rischi ma anche di grandissime opportunità lavorative. Ci sono una miriade di nuove occupazioni legate al digital che i ragazzi devono conoscere sin dalle scuole per poterle valutare nel loro percorso formativo.” Conclude Turri.

Posted by Redazione

Leave a reply